Deborderline

Deborderline si presenta come un’esposizione effimera di videoarte, durata un solo giorno – il 3 maggio 2014 – i cui protagonisti sono Flavio Sciolé, Fabio Scacchioli e Vincenzo Core. Tre artisti dai percorsi differenti che si incontrano, in occasione della mostra, su una tematica e su delle tecniche a loro care mutuate dal filosofo situazionista Guy Debord: il détournement è fra di esse, concepito da quest’ultimo come il metodo per scardinare la disciplina spettacolare che il capitale ha esercitato sull’uomo: dai film delle grandi produzioni, al percorso cittadino fino a inficiare i meccanismi relazionali all’interno della società. Ogni artista ha declinato a proprio modo l’insegnamento situazionista, chi con il corpo, chi con i suoni e chi ancora con le immagini, mai in un’unica direzione, ma in una commistione di linguaggi. Basta sfogliare il catalogo per rendersi conto ciò che Deborderline ha accolto.

A cura di Martina Lolli

Scarica il catalogo di DEBORDERLINE

 

Locandina DEBORDERLINE

 

 

Commenti chiusi