About

Martina Lolli (1987), curatrice d’arte e giornalista nel settore culturale. Ha studiato critica e curatela tra “La Sapienza” (Roma), l’Accademia di Brera (Milano) e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Torino).
L’esperienza nelle redazioni è alla base della necessità di rendere l’arte comprensibile a tutti, non banalizzandone i contenuti, ma scegliendo con cura le parole per comunicarla. Tutto ciò confluisce nella sua scrittura che cerca di scardinare i canoni della critica d’arte “classica” attraverso un approccio multidisciplinare di cui musica e letteratura sono i fondamenti.
Allo stesso modo la sua visione curatoriale, dove curare significa contaminare e lasciarsi contaminare dall’artista, trasmettendo questo sano contagio ai fruitori attraverso la scrittura e il display di una mostra.    Tuttora prosegue l’attività giornalistica come redattrice di Artribune, SMALL ZINE e Infinite Jest.

 

Fra le principali esposizioni curate:

Group show – Le Forme dell’ospitalità
2019 maggio
Fondazione Sassi, Matera 2019

Group show – Sant’Anna Box of Art #1 – “Visioni Metafisiche”
2019 Gennaio
white box Piazza Sant’Anna, Teramo (IT)

Group show – Metafisica | L’io nello spazio
2018 Luglio
Circolo Aternino, Pescara (IT)

Solo show – Rɘverse: chapter 1 | Ovidiu Leuce
2017 Giugno
Centru de Interes, Cluj-Napoca (Romania)

Solo show – Minus.log | Untitled (line)
2017 Febbraio
Galleria Bianconi
Milano (Italia)

Solo show – Minus.log | Quello che rimane
2016 Marzo
Museolaboratorio ex manifattura tabacchi
Pescara (Italia)

Group show – Our Generation | XVIII Biennale di Penne
2015 Ottobre
co-curata con A. Zimarino
chiesa di S.Giovanni Evangelista, Penne (Italia)

Rassegna di video arte in Abruzzo – INCODEC
co-curata con I. D’Alberto, G. De Cerchio, M. Sconci,
2015 Aprile – MUSPAC, L’Aquila (Italia)
2014 Dicembre – Galleria Inangolo, Pescara (Italia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.